Il 2018 della Goldengas si chiude con la sconfitta sul parquet di Fabriano per 67-55.
Partita dai due volti nel primo tempo con Senigallia e Fabriano prendersi, una volta l’una e una volta l’altra i momenti del match. Prima Fabriano, poi Senigallia tra fine primo quarto e inizio del secondo, e poi ancora Fabriano nei minuti che precedono l’intervallo lungo.
Proprio a cavallo dell’intervallo di metà gara si decide il match; i padroni di casa danno la spallata decisiva alla contesa con un parziale di 20-6 a cavallo dell’intervallo lungo.

LA PARTITA
E’ la Goldenas ad aprire il derby con un 4-0 che scalda il settore ospiti nell’infuocato PalaGuerrieri di Fabriano.
I padroni di casa entrano nel match con un paio di minuti di ritardo ma lo fanno in modo prepotente, oscurando la via del canestro ai biancorossi e allungandosi poi in contropiede a trovare facili canestri per ribaltare la situazione e portarsi avanti al giro di boa del primo parziale.
Con la difesa di casa che si esprime su standard elevati, i biancoblu scappano quando trovano le triple di Paparella e Gatti arrivando a toccare il 16-10.
Sale di tono anche la difesa biancorossa e l’attacco di casa si blocca a quota 16 con Senigallia costretta a trovare comunque sempre tiri forzati ed è solo Maggiotto a smuovere il tabellone per il 16-12 di fine quarto che lascia qualche rammarico in casa biancorossa per un paio di occasioni sciupate.

Si confermano grandi protagoniste le difese anche in avvio di secondo periodo, in particolar modo quella senigalliese.
Per i primi quattro minuti abbondanti del periodo Fabriano mette a referto solamente un punto e la Goldengas prende fiducia anche in attacco. La palla si muove più velocemente, i tiri sono più puliti e sale in cattedra Maggiotto con 7 punti consecutivi all’interno di un parziale di 11-1 a cavallo tra i primi due quarti che dà il +4 agli ospiti.
In una partita che vive di parziali e contro parziali, Fabriano si prende tutta la seconda parte del periodo con Monacelli e Morgillo sugli scudi per un 10-3 casalingo che manda le squadre begli spogliatoi con i padroni di casa avanti 30-26.

Continua il momento positivo per Fabriano che al rientro dagli spogliatoi ha un altro ritmo rispetto alla Goldengas e grazie a un gioco più corale arriva a toccare il 38-26 dopo quattro minuti di gioco. Gurini trova la prima tripla della sua partita e interrompe il digiuno dei biancorossi. Il vantaggio dei padroni di casa rimane stabilmente nell’ordine della doppia cifra con Senigallia che paga a caro prezzo un parziale di 20-6 nei dieci minuti a cavallo dell’intervallo.
La difesa a zona non paga dividendi con i padroni di casa che colpiscono dai buchi con tagli dal lato e sfruttando i rimbalzi d’attacco che riescono a catturare.
Gurini e due liberi di Ricci tengono lì Senigallia che a 10’ dalla fine è sotto 47-34.

Allunga la difesa a tutto campo la Goldengas e questa volta la mossa sembra pagare. Gurini con 5 liberi e Maggiotto in avvicinamento mantengono viva la partita ma Fabriano risponde con un 5-0 firmato Gatti-Cimarelli per il massimo vantaggio locale sul +16.
Maggiotto si procura un antisportivo che dà il là ad un 6-0 biancorosso e Senigallia torna sotto le dieci lunghezze di vantaggio.
Ivan Morgillo fa il vuoto in area e mantiene, per Fabriano, un margine di sicurezza. Senigallia non ha le forze per andare oltre nella sua rimonta e Dri, con 5 punti consecutivi, la chiude definitivamente sul 67-55.

FABRIANO – SENIGALLIA 67-55
(16-12; 14-14; 17-8; 20-21)

FABRIANO: Ondo Mengue, Monacelli 8, Dri 15, Paparella 3, Francavilla, I. Morgillo 15, Gatti 14, Thiam 3, Cimarelli 6, Donati, Mencherini, Bordi 3. All. Fantozzi.
SENIGALLIA: Diamantini, F. Ricci 1, Pierantoni 2, M. Ricci 4, Giacomini 4, Crescenzi, Giampieri 1, Gurini 16, Figueras, A. Morgillo 6, Maiolatesi, Maggiotto 21. All. Foglietti.
ARBITRI: Di Luzio e Marzulli.
PROGRESSIONE: 8-6 (5’), 16-12 (10’); 20-23 (15’), 30-26 (20’); 38-29 (25’), 47-34 (30’); 57-43 (35’), 67-55 (40’).